Dolore e piacere: le forze che plasmano la vita. Antony Robbins

“… gli esseri umani non sono creature che agiscono a caso; tutto quello che facciamo è determinato da un motivo. Forse non ne siamo consapevoli, ma dietro ogni comportamento umano c’è sicuramente un’unica forza motrice…Questa forza investe tutti gli aspetti della nostra vita, dalle relazioni sentimentali alle finanze, al nostro corpo e al nostro cervello. Che cos’è questa forza che ci sta controllando in questo momento e continuerà a farlo per il resto della vita? Dolore e piacere! Tutto quello che voi ed io facciamo, lo facciamo o per il bisogno di evitare un dolore o per il desiderio di procurarci un piacere… Anche se vorremmo negarlo, resta il fatto che a guidare il nostro comportamento è la reazione istintiva al piacere e al dolore, non il calcolo razionale. Razionalmente possiamo anche pensare che mangiare cioccolata ci faccia male, però la mangiamo ugualmente. Perchè? Perchè non siamo guidati tanto da quello che sappiamo razionalmente, quanto da quello che abbiamo imparato ad associare con il piacere e con il dolore nel nostro sistema nervoso. Sono le nostre neuro associazioni, le associazioni cha abbiamo stabilito nel nostro sistema nervoso, a determinare quello che facciamo. Anche se ci piacerebbe pensare che è la nostra mente a guidarci, spesso sono le emozioni, le sensazioni che associamo alle nostre idee, a guidarci realmente. A volte cerchiamo di scavalcare il sistema. Per un po‘ ci atteniamo a una dieta. Ci siamo finalmente decisi a saltare la barricata perchè soffriamo troppo. Avremmo così risolto il problema, per il momento, ma, se non eliminiamo la causa del problema, esso si ripresenterà quanto prima. In definitiva, perchè un...

Guarigione delle emozioni e stress. Dr.ssa Erica Francesca Poli.

…Di emozioni si parla ovunque ed esse sono senza dubbio il tema più significativo della medicina attuale. Sta nascendo ormai un po’ ovunque, infatti, una nuova medicina delle emozioni che, come vedremo, fa appello più al corpo che al linguaggio, e fa riferimento ai meccanismi di funzionamento di precise aree cerebrali, che sono le strutture sottocorticali, in particolare quelle limbiche, e la corteccia prefrontale. Lo stress oggi è responsabile di moltissimi disturbi, che trovano nelle copiose prescrizioni farmacologiche del medico di base un vano tentativo di soluzione.  Antiacidi, antiipertensivi, anticolesterolemici, antidolorofici, sonniferi, ansiolitici, antidepressivi sono tra i farmaci più prescritti nei Paesi cosiddetti sviluppati e oggi pare normale che questo accada e si accettano sintomi e malesseri come fosse normale, liquidando il tutto con la solita frase: «Tutta colpa dello stress». Ma è davvero così? È solo stress? E lo stress che cos’è? È giusto accettare di vivere con almeno uno di questi malesseri che vanno dall’acidità gastrica al colon irritabile, dai dolori muscolari e osteoarticolari alla cefalea, dall’ipertensione alle dermatiti, dalle intolleranze alle vertigini e agli acufeni, fino all’insonnia, ad alterazioni del peso, all’ansia, ai disturbi sessuali e genitali, alle dipendenze, alla distimia ecc? Sono certa, purtroppo, che almeno uno di questi disturbi lo conosciamo tutti.  È accettabile pensare che sia normale? Certamente no. Lo stress altro non è che la risposta fisiologica a uno stimolo, esso serve alla vita, tanto che qualcuno in questa accezione lo chiama eustress, stress buono. Quando questo stress si prolunga, diviene cronico e perdurante, allora logora il sistema psicocorporeo, altera il prezioso equilibrio neurovegetativo tra sistema simpatico e sistema parasimpatico, supera le...

Sentimenti, stati d’animo, emozioni e salute. Dr. Claudio Pagliara

Le emozioni, i sentimenti, gli stati d’animo, i pensieri, le idee e  le convinzioni sono, in realtà, una grande fonte di energia.  Ogni energia può costruire o distruggere, può creare salute o malattia, gioia od infelicità, vita o morte,  può essere la soluzione od il  problema. Purtroppo anche noi medici abbiamo relativamente pochissime conoscenze sulla nocività dei sentimenti negativi (odio, rancore, inimicizia, antipatia, mancanza di stima e di fiducia in sè e/o negli altri, etc.), delle emozioni negative (rabbia, frustrazione, paura, tristezza, noia, etc.), degli stati d’animo negativi (malumore, depressione, pessimismo, etc.), dei pensieri, dei valori, delle idee e delle convinzioni  limitanti. Ed abbiamo ancora meno conoscenze in merito alle potenzialità preventive, terapeutiche e riabilitative dei sentimenti, delle emozioni, degli stati d’animo positivi, cosi come  dei sogni, degli obiettivi e delle convinzioni potenzianti, che, spesso, curano anche più dei farmaci. Sulla base della mia lunga esperienza di medico e di oncologo (ormai sono 31 anni di attivtà), posso assicurarvi che esistono emozioni, idee, affetti e valori tossici per la nostra anima e per il nostro corpoanche più di molti veleni chimico-fisici o biologici.  potenzialmente presenti nel nostro ambiente di vita e di lavoro. Esiste in realtà un inquinamento spirituale, dovuto alla presenza di emozioni, di affetti, di idee, di convinzioni  e di valori tossici, che è altrettanto nocivo, se non di più, dell’inquinamento chimico-fisico e biologico. I risultati sul piano della qualità della vita, del mal-essere e delle malattie non cambiano, perchèl’essere umano rappresenta la via finale comune delle tre dimensioni di cui è costituito  ed attraverso cui è collegato al mondo  e di cui abbiamo già parlato in precedenti post (dimensione biologica, psicologica e sociale). Quanto detto fa capire che lo stesso risultato, come un determinato mal-essere o malanno, può essere ottenuto seguendo percorsi diversi. La stessa malattia, ad esempio lo stesso tumorepuò essere la conseguenza di un’esposizione...

Rabbia, senso di colpa e malattie. Dr.ssa Erica Poli

Sintomi fisici inspiegabili o di cui la medicina non riesce a capire le cause, dalla colite alla fibromialgia, sono spesso attivati da fattori emozionali. Molte patologie, che sono alla base delle visite in ospedale e degli interventi chirurgici, e per le quali si assumono diversi farmaci, hanno origine da fattori emozionali. Anche quando la patologia ha una causa organica, il fattore emozionale può concorrere a peggiorare il quadro, e quindi intervenendo su questo piano si può ottenere comunque un beneficio. Cosa significa “patologia psicosomatica”? Non significa certamente che il paziente si inventa i sintomi o sia ipocondriaco, ma che la malattia, che si manifesta in pieno nel corpo, è scatenata da cause emotive. Il dr. Davanloo ha ideato un metodo (l’ISTDP – Intensive Short Term Dynamic Psychotherapy – Psicoterapia dinamica breve intensiva) per risalire velocemente alle cause emotive, insegnando al paziente a sentire le emozioni nel corpo e a rilasciarle. Grazie a questo metodo si è vista la risoluzione o il miglioramento di moltissime patologie, comportando ciò un’azione a favore della salute e anche per quanto riguarda la riduzione delle spese sanitarie. Il cervello integra mente e corpo, per questo i trattamenti psicoterapeutici posso dare benefici alla salute nel suo complesso di emozioni e di manifestazioni corporee. Tra i fattori emotivi scatenanti in moltissime patologie vi è il senso di colpa e la rabbia repressa, che si rivolge all’interno nella persona causando sintomi fisici. Tratto dal sito della dr.ssa Erica Francesca Poli medico psichiatra e psicoterapeuta membro di svariate società scientifiche, esperta nell’applicazione della psiconeuroimmunoendocrinologia e delle neuroscienze alla psicoterapia e della terapia ISTDP. Consulente nel tribunale di Milano esperta...

I frutti di domani. T. Harv Eker

… In ogni fattoria, in ogni frutteto al mondo, è quello che sta sotto terra che genera quello che sta sopra. Per questo, rivolgere la vostra attenzione ai frutti che sono già cresciuti è inutile. Non potete cambiare dei frutti che pendono già dai rami. Tuttavia, potete cambiare i frutti di domani. Ma per farlo dovrete scavare sotto terra e rafforzare le radici. Una delle cose più importanti in assoluto è capire che non viviamo su un unico piano dell’esistenza ma su quattro quadranti : il mondo fisico, il mondo mentale, il mondo emozionale, il mondo spirituale… Ciò che è difficile da comprendere (soprattutto per il razionale uomo contemporaneo senza conoscenze di fisica quantistica)  è che il regno fisico è meramente una “stampa” degli altri tre. Per esempio, supponiamo che abbiate appena scritto una lettera al computer. Premete il comando di stampa e la lettera esce dalla stampante. Osservate la vostra copia cartacea quad’ecco che… trovate un errore. Allora prendete la vostra fidata gomma e cancellate l’errore. Poi premete nuovamente il comando “stampa” ed esce di nuovo un foglio di carta con lo stesso errore di prima. Accidenti, da cosa dipende? Lo cancellate nuovamente con maggiore vigore di prima. Poi vi studiate un manuale di trecento pagine intitolato “Come cancellare in modo efficace”. A questo punto, disponete di tutti gli strumenti e delle conoscenze che vi occorrono. Siete pronti. Premete nuovamente “stampa” e… ci risiamo. “Niente da fare” gridate sbalorditi. “Da cosa dipende? Che sta succedendo? E’ surreale!” Il fatto è che il problema reale non può essere risolto sulla stampa, ossia nel mondo fisico: può essere risolto unicamente...

I sogni, la vera energia della vita. Dr. Claudio Pagliara

Cerchiamo di capire perchè nonostante l’estremo ed eccezionale sviluppo tecnologico la gente, troppa gente è infelice…. tanta gente è abituata a trascinare la vita. Eppure ogni essere umano è nato per fare miracoli e per Vivere con la V maiuscola, è nato per dare e ricevere gioia. Un ingrediente essenziale per  avere successo nella vita  è l’impegno. Non c’è nessun impegno se non c’è un motivo adeguato che ci spinge ad impegnarci. Il 22 novembre del 1986, nasce a Pretoria, in Sud Africa, un bambino con una grave malformazione alle gambe; all’età di 11 mesi gli vengono amputate tutte e due le gambe.  Attualmente questo ex bambino, amputato bilateralmente, corre grazie a particolari protesi in fibre di carbonio, è stato campione paralimpico nel 2004, inoltre è detentore del record del mondo sui 100,200 e 400 metri. Il suo nome è Oscar Pistorius ed ha espresso quello che per lui è un grande sogno:  “battere i normodotati”.  Il 13 luglio del 2007 gareggia nello stadio Olimpico di Roma con gli atleti normodotati ed arriva secondo. Questo giovane è un ulteriore esempio dei miracoli che possono essere fatti sull’onda di un enorme impegno, determinato da un grande sogno che funge da motivazione. Sono fermamente convinto che sempre più in futuro sarà rivoluzionato il concetto di handicap. Il vero handicap, cioè la vera causa di svantaggio, come lo stesso Pistorius  insegna, non sarà determinato da cause di tipo fisico (amputazione di arti od altro) o di tipo  sensoriale (sordità, cecità etc.) ma sarà di tipo psichico e legato ad un deficit di motivazioni, un deficit di sogni, un deficit di volontà, perchè con la forza della volontà, in parallelo...
Pagina 1 di 512345